Kate Moss per TopShop: designer a corto di idee?

Share Button

katemoss.jpg

La collaborazione tra Kate Moss e TopShop procede a gonfie vele, gonfie più o meno quanto i bilanci del brand inglese simbolo del low cost. Già perché quando un’operazione di partership commerciale si rivela un successo come in questo caso, sarebbe insensato non cavalcare l’onda del successo. Così ecco spuntare sul mercato i capi Autunno/Inverno della top: fiore all’occhiello della collezione, la linea denim, come prevedibile per il target a cui si rivolge, ed in particolare un modello a gamba larga, più precisamente a zampa, che trova il bandolo della matassa nella diatriba tra fashioniste che vedeva il tramonto inesorabile degli skinny jeans.

Ma, come spesso accade quando le modelle scoprono talento da designer, è l’originalità a darsi latitante. Così ecco che il sito inglese Denimology.co.uk punta il dito contro la Moss, rea di aver scopiazzato un modello firmato Jbrand, peraltro da lei stessa sfoggiato recentemente, in diverse occasioni. E non ci vengano a dire che i jeans si somigliano tutti: l’originalità non dovrebbe essere la condicio sine qua non per una designer seppur in erba? Che l’abbia già esaurita?

Nell’immagine, a sinistra il modello KateMoss for TopShop e a destra quello firmato Jbrand.

1 Comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>