Charlene Wittstock in Armani

Share Button

E alla fine anche quest’altro matrimonio è stato archiviato, dopo le attese, i rumours, i gossip e soprattutto le anticipazioni avare che ci erano state riservate circa l’abito, di cui si sapeva solo che sarebbe stato disegnato da Giorgio Armani. In tutto il suo splendore, candido e impeccabile come solo un abito che passerà alla storia può essere, è stato esibito davanti al mondo lo scorso Sabato, per le nozze principesche in casa Grimaldi a Monaco.

Ad indossarlo la promessa del principe Alberto, Charlene Wittstock, di cui s’era paventata una fuga alla vigilia del sì, allarme poi rientrato. La sposa ha percorso il tappeto rosso e poi la navata della chiesa in lungo abito di satin avorio firmato Armani Privé, la linea d’alta moda di casa Armani, ricamato sul davanti con 40.000 cristalli Swarovski e 30.000 gocce di madreperla dorata, per un totale di 2.500 ore di lavoro artigianale. L’accompagnava un velo di venti metri, fissato all’acconciatura con un raccolto impreziosito da brillanti. E già si inneggia alla nuova Grace Kelly. Si è fatto presto a dimenticate Kate Middleton. Pardon, la Duchessa di Cambridge. E come si dice in questi casi, la sposa era bellissima. Sì.

Via The Gloss

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>