PFW p/e 2012: Balmain

Share Button

Da Balmain prende le redini il giovanissimo Olivier Rousteing, appena 25 anni e due di esperienza con Decarnin che disegnava le linee della maison e ne ha lasciato la guida artistica in Febbraio. Lo stilista aveva già presentato il proprio lavoro al pubblico con la collezione Resort in Luglio, ma solo a Parigi lo fa per la prima volta davanti a tutto il mondo della moda. E vince.

Lo fa con una linea che riconferma le caratteristiche fondamentali della linea Balmain che ha dato il via alla cosiddetta balmania negli ultimi anni di grande rilancio e successo, riuscendo nondimeno a mettere nei capi presentati in passerella anche il suo sigillo personale, specialmente nella presentza di stampe floreali e colori teneri come l’azzurro a corredare il consueto stile rockeggiante.

Restano intatte le silhouette come presenti gli eccessi decorativi e i ricami – ispirati alla tradizione messicana con un pizzico di Las Vegas, precisa lo stilista – ma vi si aggiunge anche un risvolto di stile senza tempo che il designer spiega aver attinto a Oscar de la Renta, che ha disegnato per Balmain, e a Pierre Balmain stesso. D’altronde nessuno avrebbe voluto vedere una pallida imitazione dello stile di Decarnin.

Foto da Style.com

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply