Haute Couture 2008: Givenchy

Share Button

givenchy_hc1jpg.jpg

Dai tempi in cui il celebre sarto parigino vestiva l’elite francese e le star hollywoodiane, nonché l’icona di tutti i tempi Audrey Hepburn abbigliata da Givenchy in numerosi film di successo… la moda ha fatto strada. Ma non è detto che sia migliorata. Tant’è che ci avviciniamo con sorpresa e stupore alle linee pulite ma ricercate di una maison che della sartorilità ha fatto una vera e propria bandiera.

givenchy_hc2.jpg

I modelli che hanno sfilato per l’Haute Couture parigina si inseriscono perfettamente nella tradizione firmata Givenchy, ma presentano anche qualche spunto di sperimentazione, soprattutto con i volumi e le proporzioni, perfettamente calibrate nonostante l’impressione di un’esplosione di tessuti che comunica la gran parte delle gonne che si ampliano d’improvviso sui fianchi. Impressione subito smorzata dalla lunghezza della gonna: rigorosamente corta.

givenchy_hc5.jpg

Quando manca la gonna, le linee si fanno più minimali, con giacche e pantaloni smilzi ma molto strutturati, a testimoniare la cura sartoriale di ciascun capo, assemblato come una perfetta architettura, ma memore anche, in taluni casi, di quella delicata arte della carta pieghettata chiamata origami.

givenchy_hc3.jpggivenchy_hc4.jpggivenchy_hc6.jpg

Foto da Madame Le Figaro

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply