Tiffany contro eBay

Share Button

eBay perde colpi. Come sospettavamo, una volta avviate le vertenze con le maison più potenti del mondo, non poteva che iniziare la spirale di rivendicazioni che da tempo covava tra gli anfratti del sito d’aste più frequentato. Aveva cominciato Hermès e continuato il gruppo Louis Vuitton. Adesso è il turno di Tiffany che contesta a eBay la vendita illegale di gioielli contraffatti.

Stavolta però in tribunale l’ha spuntata eBay: il giudice ha stabilito che i controlli sll’autenticità spettano a chi possiede il marchio e non a eBay che svolge solo il ruolo di intermediario. Per adesso gli ebayers esultano, ma Tiffany ha dichiarato battaglia. Noi, intanto, teniamo gli occhi aperti.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply