La viaggiatrice chic di Ralph Lauren

Share Button

Fa sognare viaggi nelle terre lontane dei deserti orientali l’ultima collezione per la primavera estate 2009 portata in passerella da Ralph Lauren. L’uptown chic della maison questa volta rievoca la cultura asiatica dei primi del ‘900: l’India dei maraja e quella discreta e raffinata delle colonie inglesi rivivono sulla pedana tra abiti ricchi di sontuosi ricami, pantaloni color oro con doppia cintura portati su tacchi alti e camicie satin color kaki e di foggia sahariana.

«Ho pensato alle viaggiatrici britanniche dell’epoca coloniale che attraversavano il Sahara, le città dello Yemen e i sultanati dell’Oman aggiungendo pezzi di grande fascino e femminilità alla perfetta eleganza maschile delle divise degli inglesi in colonia» ha dichiarato il designer -che sta per aprire una serie di boutique a Istanbul, Dubai e in Qatar – poco prima della sfilata newyorkese.

Nella seconda parte del defilè è protagonista il bianco e le forme si fanno più occidentali: i pantaloni alzano la vita, i tagli sono più tradizionali e impalpabili abiti con cinturino in vita scendono fino al ginocchio.

Moderno e chic il finale della sfilata chiusa da eleganti abiti da sera con generose scollature e indossati con turbanti da principessa araba. Tra gli accessori: turbanti tuareg, gioielli di foggia ottocentesca, maxy borse e e grandi cappelli a tesa larga. Dall’avventuriera british stile Indiana Jones all’algida donna della buona società vittoriana nel clima alienato e decadente del colonialismo. Una vera festa per gli occhi.

Tutte le immagini della sfilata su Style.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply