E così Viktor&Rolf inventarono la sfilata virtuale

Share Button

Il loro dissimulato non amore per le passerelle si era già manifestato in occasione del defilè per l’autunno-inverno 2008-09 quando i due stilisti fecero sfilare le modelle con un “NO” stampato su cappotti e t-shirt. Viktor&Rolf, questa volta disertano del tutto la kermesse del prêt-à-porter femminile per la primavera estate 2009 e presentano la collezione primavera/estate 2009 con una sfilata virtuale.

A sfilare per loro, nel “Grand Salon” del loro sito internet, solo la modella canadese Shalom Harlow. In una sorta di maratona fashion ha percorso 70 metri di passerella rigorosamente sui tacchi, almeno 5 volte per ognuno dei 20 outfit (così da ottenere riprese da più angolazioni). Per i 7 minuti dello short movie ci sono voluti 14 ore di riprese al dì, per due giorni e un cast di 50 persone, tra cui un massaggiatore, indispensabile per mantenere in piedi la top model.

Oltre alla soddisfazione di avere, almeno per una volta, il front row tutto per noi, il fashion movie, di per sé, è sicuramente di pregevole fattezza: magie digitali fanno apparire la Harlow in diverse pose contemporaneamente e l’accattivante soundtrack dell’olandese Diederik Idenburg accompagna l’utente durante la visione. Tante le strizzatine d’occhio ad uno delle nostre pellicole cult di sempre, ” Cenerentola a Parigi” con Audrey Hepburn.

La collezione appare dinamica e in tensione tra colori e dettagli fiammanti e gli abiti esprimono il solito mood teatrale e un po’ surreale che caratterizza le creazioni dei due stilisti. Per Viktor&Rolf niente è mai abbastanza: tre degli abiti, realizzati con cristalli Swarovski, pesano ben 30 chilogrammi ciascuno.

Il fashion movie é su Viktor&Rolf, le foto del backstage sono su WWD.

1 Comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply