Greed la pubblicità di una fragranza che non c’è

Share Button

La pubblicità ha un potere persuasivo talmente vasto e potente che riuscirebbe a vendere anche qualcosa che non esiste. Una campagna ben riuscita è in grado di ottenere un’eco grandiosa persino quando il prodotto lascia a desiderare sotto molto punti di vista. È per giocare su quest’ambiguità che Francesco Vezzoli, chiacchieratissimo artista, ha allestito un progetto fondato interamente su un prodotto – un profumo – del tutto immaginario.

Si chiama Greed, ha una boccetta molto grande e molto retro e scatena liti accese tra le donne che vogliono possederlo. Lo spot che ha il compito di pubblicizzare la fragranza annovera nel suo cast niente meno che Natalie Portman e Michelle Williams come protagoniste e Roman Polanski dietro la macchina da presa. Le due bellezze, canonicamente una bionda e una bruna, se lo contendono avidamente: è proprio avidità il significato del nome del profumo e l’allusione al mercato non è affatto velata.

Non è ancora tutto: la campagna sarà corredata da un supporto visivo fatti di manifesti che ritraggono celebri testimonial – reclutate senza consenso, stavolta – come Tamara de Lempicka e Eva Hesse, immortalate insieme al flacone del fatale profumo. Il lancio è avvenuto a Roma pochi giorni fa, alla galleria Gagosian, e da allora non si fa che parlarne. Nel video che abbiamo pubblicato sono visibili alcuni shots dello spot, mentre l’intero filmato è visibile su Dazed Digital.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply