Chevrolet lancia Aveo

Share Button

Innamorarsi di un’auto come di un accessorio o un capo di abbigliamento di stagione? Certo, perché design, attenzione al dettaglio e stile sono anche caratteristiche dei motori, che suscitano in noi spesso e volentieri lo stesso amore e la stessa fatale attrazione di una passerella. Parliamo della nuova nata in casa Chevrolet, che si chiama Aveo e si candida a diventare l’accessorio più esclusivo di stagione con il lancio in autunno di nuovi modelli e nuove motorizzazioni. Così si festeggia il centenario a casa Chevrolet.

Due le varianti, la berlina a quattro porte e il medesimo modello a cinque porte, entrambe con anima sportiva, allure chic e dinamica, una ricerca di design fin nei dettagli interni e non solo nella carrozzeria e nella cura dei motori e dei consumi, che sono bassissimi. Così quest’auto è al tempo stesso la perfetta city car dalle dimensioni ridotte e dai consumi limitati con un occhio all’impatto ecologico e l’auto di lusso che monta componenti esclusivi per le auto della sua categoria.

La sicurezza è curata a partire da un sistema integrato di carrozzeria e scocca che garantisce robustezza e una più elevata resistenza. Sospensioni, sensori di movimento, limitazione automatica della velocità, sei airbag e l’isolamento acustico dell’abitato garantiscono invece una guida silenziosa, confortevole, dinamica e reattiva senza rinunciare alla comodità. Chevrolet Aveo è un’auto fresca e giovane che unisce la precisione del design all’uso di buoni materiali. L’allestimento infatti non rinuncia all’eleganza del dettaglio, dalla grafica del quadro ai rivestimenti, dai vani porta-oggetti spaziosi e funzionali ai cerchi.

I motori sono a benzina e prevedono le versioni 1.2 litri da 70 e 86 cv e da 1.4 litri da 100 cv ma da questo autunno si aggiunge alla gamma anche un motore turbodiesel 1.3 finora mai visto su una piccola Chevrolet in Europa. Sarà dotato di iniezione common-rail, tecnologia start/stop e turbocompressore a geometria variabile. Anche il cambio riserva le sue sorprese, perché è a sei rapporti e nuovamente quest’auto è la prima della sua categoria a montare questo tipo di equipaggiamento, per offrire un’esperienza e non soltanto un mezzo di trasporto. A chi non piacerebbe provarla per scoprire di persona tutte le emozioni della guida?

Articolo sponsorizzato

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply