Al bando l’adv Miu Miu

Share Button

Vita dura per le campagne pubblicitarie del momento: non se ne lascia passare una, benché nel contempo i manifesti pubblicitari delle nostre città e la tv siano piene di immagini alquanto dubbie, zeppe di ritocchi estetici che inducono chi guarda a credere che la perfezione esiste e che raggiungerla sembra essere precluso solo a noi. Intanto si censurano altre immagini che di scabroso, fuorviante e pericoloso non hanno alcunché.

È il caso della campagna pubblicitaria di Miu Miu con Hailee Steinfeld, l’attrice quattordicenne che vi compare in un paesaggio un po’ desolato ma senza che nulla lasci supporre possa esserci qualcosa di degno di essere bandito. Cosa che invece è accaduta: l’Advertising Standards Authority ha considerato l’immagine della giovane attrice da sola seduta lungo i binari di un treno – che invero sembrano in disuso da qualche decennio – come un suggerimento al suicidio, che tra i giovani è alto e crea allarme.

Prada si difende spiegando che l’ispirazione e l’intento della foto si inserisce nel più ampio conetsto del racconto dell’intera campagna pubblicitaria, rivolta ad un pubblico di donne adulte. Specifica inoltre quel che pareva anche a noi, cioè che la linea ferrata è abbandonata e che la fanciulla non sta affatto piangendo. Che ne pensate?

Via MillionLooks

1 Comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply