Iris Apfel va al museo

Share Button

Definirla fashion icon in tempi in cui le icone sono le teenager che tengono un fashion blog è a dir poco limitativo, ma Iris Apfel ha saputo esserlo nel senso più pieno quando il fenomeno a cui assistiamo oggi non era ancora neanche nell’aria. Continua ancora ad esserlo, ciò che più conta, anche da ottuagenaria.

Piaccia o meno, è un personaggio che ha segnato la storia del costume e in ragione di ciò dona ad un museo del Massachussets una larga fetta del proprio guardaroba che comprende tra gli altri pezzi di Christian Dior, Karl Lagerfeld, Alexander McQueen e tutto il meglio che il panorama della moda internazionale ha offerto negli ultimi cinquant’anni e che lei ha religiosamente collezionato.

Già la selezione di capi e accessori era stata esposta al Met di New York nel 2005 nell’ambito di una mostra dedicata alla personalità dell’esplosiva e irriverente Iris. Adesso entra a far parte della collezione permanente del Peabody Essex Museum a Salem, preferito dalla stessa Iris al Met che pure aveva manifestato l’intenzione di acquistare il prezioso bottino.

La donazione è iniziata con 90 pezzi nel 2010 e adesso, con l’ultimo lascito, raggiunge 900 pezzi, che includono capi vintage di Halston, abiti da sera di Lanvin, vestiti haute couture del diciannovesimo secolo e piccoli tesori provenienti dai mercatini vintage.

5 Comments

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply