Le tre età di Vogue Paris

Share Button

Sulla Rete qualcuno, non senza un pizzico di malignità, taccia la nuova cover di Vogue Paris per il mese di Novembre di ridondanza, scarsa originalità, riciclo di idee ormai vecchie, accusando così indirettamente di assenza di verve la nuova direzione della rivista affidata a Emmanuelle Alt dopo il regno di Carine Roitfeld.

Noi ci limiteremo a notare l’accento posto sulla bellezza trasversale che supera l’età anagrafica ed emerge con la medesima forza. Sono state scelte Daria Werbowy, Stephanie Seymour e Lauren Hutton quali rappresentanti di beltà a diversi stadi della vita per comunicare questa idea, forse priva di originalità ma certo sempre assai efficace, per quanto fin troppo spesso smentita dalla maggioranza della comunicazione di moda e non solo.

Le immagini sono opera di Inez van Lamsweerde e Vinoodh Matadin, che firmano una foto di copertina estremamente essenziale anche nello styling, perché a spiccare sia la bellezza senza sovrastrutture: jeans, camicia bianca, trucco leggero, hairstyling naturale.

5 Comments

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply