Zara rinuncia all’angora

Share Button

Zara angora

Con il ritorno della moda della pelliccia sono tornati attuali anche i dibattiti relativi all’aspetto etico del loro uso. Il mondo del fashion system ha risposto sempre più spesso optando per l’ecopelliccia che la tecnologia tessile rende sempre più bella anche quando sintetica.

Un discorso a parte si potrebbe fare per la lana d’angora che di recente ha attirato l’attenzione internazionale per una serie di campagne di sensibilizzazione sostenute dalla PETA. Queste campagne hanno ottenuto ascolto da uno dei colossi del low cost.

Il gruppo Inditex che comprende Zara, Bershka, Pulls&Bear, Oysho e Massimo Dutti ha annunciato di voler rinunciare all’uso della lana d’angora ottenuta attraverso un procedimento molto doloroso per i conigli.

Nel frattempo anche molti altri marchi, tra cui Tommy Hiltiger e Calvin Klein, hanno fatto sapere che non continueranno ad usare l’angora proveniente da allevamenti sospettati di pratiche scorrette.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply