Cosa pensa Miuccia de Il diavolo veste Prada

Share Button

meryl streep il diavolo veste prada

Miuccia, dopo ben 9 anni dall’uscita del film Il diavolo veste Prada, si lascia finalmente andare ad un commento su cosa pensa del personaggio e della storia che ha tirato in causa la propria maison di moda.

Il film è diventato subito un cult son dalla sua uscita nel 2006, soprattutto grazie alle interpretazioni di Meryl Streep nel ruolo del terribile direttore di Runway e di Anne Hathaway e Emily Blunt nei panni delle sue assistenti bistrattate.

“Ero terrorizzata, il libro era orribile” ha confessato la stilista al Corriere della Sera “il film invece era divertente.”

All’epoca Miuccia Prada non aveva rilasciato dichiarazioni esplicite a proposito del coinvolgimento del suo marchio nella storia che racconta le angherie subite da un’assistente di moda in una delle redazioni più prestigiose del mondo.

L’autrice del libro infatti si è ispirata non troppo velatamente al personaggio di Anna Wintour, direttrice di Vogue Usa, per la sua Miranda Priestly a cui poi ha dato volto e voce la superba Meryl Streep.

Anna Wintour da parte sua si era divertita nel vedersi tratteggiata dalla Streep e aveva addirittura partecipato alla premiere del film a New York. A noi intanto è tornata voglia di rivederlo al più presto.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply