NYFW pe 2017: DKNY

Share Button

nyfw-pe-2017-dkny

I nuovi direttorei creativi di DKNY, Maxwell Osborne e Dao-Yi Chow, hanno portato in passerella a New York una collezione interessante e futuristica. L’idea degli stilisti era proprio quella di puntare su un ideale futuro distopico, tanto in voga sia nella letteratura che nel cinema.

Dal punto di vista sartoriale ciò si traduce nella scelta di capi di sapore sporty, con salde radici nell’activewear nell’adozione di pezzi modulari e combinabili con una spiccata allure di gusto street.

Sono abiti che le eroine contemporanee delle moderne avventure distopiche potrebbero indossare con perfetta nonchalance, sottolineando un corpo atletico e restando perfettamente in grado di muoversi nell’ambiente pericoloso nel quale si aggirano, senza rinunciare al tocco estetico.

Lo spunto di fondo è interessante anche se affonda le radici in una tradizione che va sempre più consolidandosi e non rappresenta una vera novità. D’altro canto il mercato richiede capi capaci di adattarsi alla vita contemporanea, dinamica e dal ritmo spesso intenso, mantenendo un occhio sempre attento alla dimensione sartoriale del taglio che deve sottolineare la silhouette e tenerla comunque al centro della scena. Almeno finché si tratta di moda.

Foto da Vogue

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply