MFW pe 2019: Roberto Cavalli

Share Button

Alla direzione creativa di Roberto Cavalli c’è Paul Surridge che propone una linea primavera estate 2019 non ancora perfettamente a fuoco eppure convincente. Non manca l’aspetto sexy della donna Cavalli, si smorzano invece gli eccessi che spesso hanno popolato le sue passerelle.

Si punta su una formula meno aggressiva ma mai meno femminile giocando con incroci, frange, orli corti. La direzione è quella di una maggiore delicatezza generale che abbiamo rivisto anche sul catwalk di Versace con l’apparizione inaspettata di micro-fiorellini.

L’animalier non manca, ma vi si allude più che servirsene a piene mani. Gli abiti sono preferibilmente corti, talvolta cut-out ma mai troppo sfacciati. Le asimmetrie e i tagli sono al servizio della linea femminile ma la valorizzano senza creare la donna fatale che seduce a tuti i costi.

In un certo senso ci si dirige verso un maggiore minimalismo che siamo un po’ stupiti di trovare sulla passerella di Cavalli ma che può dare il via ad un nuovo corso della maison una volta che sia messo meglio a fuoco il progetto creativo. Ancora un po’ abbozzato.

Foto da Vogue

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply