PFW pe 2019: Maison Margiela

Share Button

“Essere chi sei è un atto di sfida” dice Teddy Quinlivan in un video che lancia il profumo Mutiny, la prima fragranza di Maison Margiela firmata da John Galliano. Intorno a questo concetto ruota l’intera collezione primavera estate 2019.

Teddy è una delle sei muse scelte dalla maison per raccontare il nuovo profumo e le sfaccettature della femminilità che custodisce. Lo status quo non si accetta così com’è, passivamente, ma si sfida perché ci permetta di essere noi stesse, autenticamente.

I capi in passerella riflettono questa aspirazione nella silhouette più rilassata, in una nuova fluidità tra i generi, nella grande libertà espressiva concessa da abiti nati per rappresentare la personalità di chi li indossa e non per mascherarla. Interessante svolta visto che John Galliano in passato ha giocato con le esagerazioni creando abiti che sembravano più costumi che vestiti.

Norme e conformismo non reggono più nel panorama attuale, si spezzano, si contestano. Non importa chi indossa cosa, chiunque può indossare tutto quel che vuole, prendere dal passato, guardando al futuro, attingendo al guardaroba maschile o femminile senza differenza, miscelando a piacimento spunti disparati. Senza regole.

Foto da Vogue

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply