“Sono un operaio” dice Karl Lagerfeld ma il conto in banca smentisce

Share Button

Lui insiste, dice di essere un uomo proveniente dalla classe operaia di cui ha tutta l’umiltà ma il suo conto in banca smentisce decisamente queste dichiarazioni. Karl Lagerfeld sorprende sempre con le sue creazioni in passerella e il suo carisma – accentuato dal tocco di mistero dato dalla perenne presenza degli occhiali scuri davanti agli occhi. Ma ci riesce anche con spiazzanti affermazioni che paiono un po’ bizzarre.

Il designer che ha rivoluzionato la moda di casa Chanel ha detto in una recente intervista concessa a The Cut che del denaro non gli è mai importato e che è stato solo un altro schiavo del capitalismo. Avrebbe potuto essere anche un contadino. “Sono della classe operaia” – dice – e continua spiegando che adesso lavora meglio e con più chiarezza rispetto agli inizi ma non ha dimenticato le origini.

Eppure proviene da una famiglia agiata, di nobili e banchieri, e ha un patrimonio personale stimato in circa 200 milioni di euro. Dieci dei quali provenienti dalla vendita di una stupefacente villa di 12.000 metri quadrati appena lo scorso anno.

In diverse interviste del passato Karl aveva insistito su questo punto, già a Style nel 2011 aveva detto di essere “una persona della classe operaia” e solo l’anno prima a Vice aveva dichiarato di odiare la gente ricca che si dice comunista.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply