MMD ai 2019-20: Gucci

Share Button

I codici di genere sono sempre fluidi in casa Gucci da quando Alessandro Michele ha messo le mani sul timone della maison. Lo sono ancora nella collezione autunno inverno 2019-20 presentata a Milano per la prossima stagione.

In passerella sfilano personaggi che non temono di mostrare la propria individualità esuberante. Traspare dagli abiti che scelgono ma al tempo stesso… indossano una maschera. Nel backstage Michele ha spiegato il motivo delle maschere che rappresentano “un vuoto ma anche un pieno” perché nascondono eppure al tempo stesso rivelano.

La scelta della maschera è dunque provocatoria e rivelatrice insieme, cela ma svela, è una difesa ma anche una disponibilità a diventare chiunque. Certo si tratta di un artificio da passerella, né le maschere viste sul catwalk appartengono alla collezione che sarà effettivamente in vendita.

Il messaggio che vogliono comunicare accompagnandosi agli outfit però è chiaro: aprirsi alle possibilità di un’identità mutevole. Mutevole come lo stile che si trova in passerella e che va dal taglio sartoriale anni 40 ai colletti stile Pierrot, dai colori acidi abbinati per contrasto alle incongruenze di genere. Chiunque, uomo o donna che sia, può indossare a piacimento qualunque pezzo di questa collezione. E lo fa davvero.

Foto da Vogue

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply