Rodarte firma una linea plus size con Universal Standard per una moda più inclusiva

Share Button

Le sorelle Mulleavy che sono le menti creative di Rodarte firmano una speciale capsule collection insieme a Universal Standard. Si tratta di una collezione speciale che non esclude le taglie plus ma anzi estende il range di misure fino alla 6XL.

L’idea si allinea a una ricerca di maggiore inclusività che la moda sta cercando di sostenere (anche se spesso molto faticosamente e con risultati non molto brillanti). Rodarte ci riesce al primo colpo con una collezione che non trascura le tendenze ed esalta la femminilità.

Dal 2005 le sorelle Kate e Laura sono impegnate nella ridefinizione di un’idea di femminilità che sfugge ai canoni dominanti creando collezioni che hanno un’estetica molto personale, mai troppo allineate alle tendenze generali. Ora decidono anche di spezzare un altro tabù, quello delle taglie.

In passerella si continuano a vedere modelle filiformi che non rappresentano davvero la popolazione femminile reale. Solo di tanto in tanto compare qualche modella fuori dagli schemi, più per dimostrare buona volontà che per allargare la rappresentazione. Rodarte sembra prendere la direzione opposta. Finalmente.

Le taglie partono dalla L e arrivano alla 6XL quindi vestono davvero tutte le donne plus size e non solo quelle che non rientrano nel range di taglie più piccole che si limitano alla XS-L. I prezzi partono dai 150 dollari e arrvano a 240, non proprio low cost ma neanche esorbitanti, specie con lo zampino di Rodarte.

La palette è volutamente ridotta perché i capi siano combinabili tra loro creando un guardaroba completo e versatile: nero, bianco, rosa e rosso. I tagli vanno dalle gonne impreziosite da ruches agli abiti con scollatura a cuore passando per bluse asimmetriche.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply