Zara considera plus una taglia 44? La polemica di Jill Kortleve

Share Button

Polemiche in vista per Zara dopo che una sua modella, l’olandese Jill Kortleve, 25 anni e taglia (europea) 40/42, ha denunciato sul proprio account Instagram il fatto di essere stata inserita tra le modelle plus.

A quanto pare le foto scattate a Jill con i capi dell’ultima collezione di Zara sono state classificate come moda curvy. Se da una parte è un segnale positivo il fatto che Zara ampli il suo range di taglie, dall’altro è da rivedere decisamente l’etichetta di moda curvy applicata a una taglia 40. Che, secondo le taglie spagnole, equivale a una 44 italiana. E non è certo una taglia plus.

Così, mentre da una parte la stampa osanna la scelta di Zara di modelle finalmente normali, che rappresentano le donne come sono davvero, dall’altra Jill fa presente che considerare plus una taglia media così diffusa è controproducente e getta un’ombra negativa sulla lodevole iniziativa.

Non è solo questione di definizione, ha una ricaduta più importante. Prima di tutto diffonde l’idea che sopra la taglia 42 si appartenga alla categoria plus (categorie da demolire quanto prima, e per sempre). Poi vanifica lo sforzo di molti marchi che si impegnano a mostrare i capi in catalogo indosso a persone dalla fisicità variegata che rispondono alla varietà effettiva delle donne reali.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply