MMD pe 2020: Prada

Share Button

La bellezza che sta tutta nei dettagli è un tema frequente sulle passerelle di Prada e quella per la primavera estate 2020 non fa eccezione. In un tempo in cui a tanti piace esagerare e stupire, Prada torna a una semplicità di linee che spiazza ma che mai diventa banale.

Perché ci sono i dettagli, per l’appunto, a fare tutta la differenza. Le stampe geomtriche di gusto naif ricoprono le giacche, ornamenti arabescati ingentiliscono le gonne a tubo dal taglio rigoroso, un insieme di toni pastelli e tinte neutre ma profonde creano un effetto visivo sofisticato.

Tutto è sorprendentemente minimal nei tagli quanto eclettico nei dettagli. Ed è proprio questo che di Prada ci piace di più, e ci piace sempre. D’altronde anche il parterre della sfilata era composito come gli outfit in passerella, da Nicole Kidman a Wes Anderson passando per A$AP Rocky.

Le borse sono spesso secchielli rigidi, i completi spezzati accostano tessuti contrastanti e linee pure, anche osando un mix and match che non diventa mai eccessivo. Gli anni Settanta sono ben presenti, con un tocco anni Cinquanta qua e là, ma Prada sa restare sempre profondamente contemporanea.

Foto da Vogue

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply