Chanel Metiers d’Art 2020, il ritorno a Parigi

Share Button

Chanel torna a casa, Chanel torna a Parigi: dopo aver girato il mondo scegliendo location lontane per le sue linee Metiers d’Art – da New York ad Amburgo, citando solo gli ultimi anni – torna nella capitale francese per la linea 2019-20.

È l’amato Grand Palais il setting che ha accolto la nuova collezione speciale che unisce lo spirito di una linea cruise alla manifattura artigianale che valorizza gli atelier d’artista di cui Chanel si serve e che contribuisce a sostenere nel loro lavoro creativo.

Per l’occasione il Grand Palais si è trasformato nell’atelier di mademoiselle Chanel su rue Cambon 31, la sede storica alla maison. C’è persino la famosa scala a far da sfondo alla sfilata. Era la stessa da cui Coco Chanel guardava i defilé nel suo atelier senza farsi vedere.

Virginie Viard, che ha preso il posto di Karl Lagerfeld, ha voluto questo ritorno a casa per celebrare la tradizione e ha rivisitato in chiave moderna tutti i grandi classici inventati da Coco Chanel e negli anni riproposti e reimmaginati da Karl Lagerfeld.

In passerella quindi compare l’immancabile tweed ma c’è ampio spazio per cristalli, fiocchi, piume e perle e abbondano i tessuti preziosi, le sete e l’organza. Le cinture sono catene, i pizzi sono preziosissimi, le camelie presenti in ogni dove.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply