MMD ai 2020-21: Salvatore Ferragamo

Share Button

Si gioca tutta sui toni della terra e della roccia, con qualche presenza di rosso e di azzurro: è la linea autunno inverno 2020-21 di Salvatore Ferragamo. Paul Andrew, che dirige con grazia e sapienza la maison, ha tratto ispirazione da un viaggio in Messico dello stilista.

Nel corso della vacanza Andrew ha scoperto l’opera di Carl Jung e in particolare i suoi saggi sugli archetipi femminili da cui è partito per la ricerca di linee e di senso di tutta la collezione. Una riflessione sulla femminilità che pervade il nostro tempo e intraprende nuove direzioni ma che affonda le radici nella coscienza profonda della società stessa.

Si opta per un minimalismo di linee che rende ogni look più libero e allo stesso tempo personalizzabile senza rinunciare un solo momento alla femminilità. Le sue donno sono consapevoli di sé, moderne e capaci di interpretare la propria femminilità senza sentirsi costrette in categorie predeterminate. Eppure sempre all’interno degli archetipi essenziali.

Emergono sette paradigmi a cui ogni donna fa riferimento secondo le ricerche dello stilista: la cacciatrice, la madre, la regina, la saggia, l’amante, la mistica e la vergine. Ma oggi è obsoleto immaginare di rientrare in una sola categoria alla volta, identificandovisi completamente. Ecco dunque che le identità si miscelano creando nuove prospettive.

Foto da Vogue

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply