Anche Zara produce camici per i medici

Share Button

Una dopo l’altra grandi maison e marchi della moda stanno mettendo a disposizione le loro fabbriche e la loro expertise per produrre materiali utili a combattare il coronavirus. Giorgio Armani ha riconvertito le sue fabbriche italiane per realizzare camici monouso e nel frattempo, in Spagna, anche Zara ha deciso di fare la sua parte.

Le fabbriche di abbigliamento fast fashion del colosso spagnolo verranno rapidamente riconvertite per produrre tute protettive e camici per il personale sanitario impegnato in questa durissima battaglia contro il virus.

Inditex, il gruppo di cui fa parte anche il marchio Zara, scende in campo per fronteggiare la crisi sanitaria internazionale e annuncia di essere pronto a convertire parte della sua produzione tessile in produzione tessile sanitaria.

“Stiamo studiando la possibilità di convertire parte della nostra produzione tessile in produzione di materiale sanitario, è questo l’obiettivo a cui sta lavorando il team di Inditex. In Spagna c’è necessità di produzione di camici e tute di protezione.”

Mentre è allo studio la conversione produttiva sono state donate 10.000 mascherine e altre sono attese. “La solidità degli utili del gruppo per il 2019 e il solido bilancio del gruppo ci mette in una posizione di forza per affrontare le sfide che emergeranno nel 2020.”

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply