Ermanno Scervino e le mascherine sanitarie

Share Button

Uno dopo l’altro i grandi marchi della fast fashion così come le maison più blasonate si stanno mettendo a disposizione per dare il proprio contributo alla lotta contro il coronavirus che ci ha cambiato radicalmente la vita. Oggi scopriamo come ha scelto di partecipare Ermanno Scervino.

La casa di moda italiana è stata tra le prime a riconvertire la produzione per realizzare camici e mascherine da distribuire agli ospedali e alle altre strutture sanitarie impegnate in prima linea. Gratuitamente.

La moda ha sempre dimostrato di vivere immersa nel suo tempo e ciò non significa – non più, non oggi – semplicemente interpretarli e raccontarli in passerella ma anche saper fare scelte che possono contribuire in maniera più concreta.

Il fashion universe lo sta facendo dimostrando una grande sensibilità nei confronti dell’emergenza. Messe da parte le pur meravigliose futilità che tanto amiamo, c’è da cucire mascherine e camici e non più abiti da sera e top scintillanti.

“Il nostro primo pensiero e la nostra più profonda gratitudine vanno a chi in questo momento, ovunque nel mondo, sta lavorando in prima linea, instancabilmente, per garantire a chi ne ha bisogno tutte le cure necessarie. Per questo Ermanno Scervino ha deciso di mettere a disposizione il lavoro delle proprie sarte che si dedicano alla produzione di mascherine e camici che verranno gratuitamente distribuiti alle strutture sanitarie del territorio.”

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply