Atelier Versace Spring 2020 si ispira alle dee greche

Share Button

Portano nomi come Atena, Minerva, Venus, Selene, Persefone: dee dell’antichità, personaggi mitologici, incarnazioni femminili archetipiche. Parliamo dei nuovi abiti che Atelier Versace ha immaginato per la sua collezione couture dedicata alla primavera 2020.

Per presentarli ha scelto ambientazioni sontuose, tra saloni pieni di stucchi e di specchi e di dorature che accentuano le luci inaspettatamente soffuse di candele incapaci di illuminare con maggior potenza ma perfettamente adatte a riprodurre atmosfere d’altri tempi.

Un altro tempo ancora è quello evocato dai nomi degli abiti che prendono a prestito un immaginario femminile affondato nella tradizione greca antica. A cui si sovrappongono, però, i tocchi architettonici futuristici tipici della sartoria Versace.

Il risultato è magnifico, né ci si poteva aspettare nulla di meno dalla maison italiana e dall’esplosivo mix di ingredienti che ha scelto per mettere a punto questa collezione. Rigorosamente artigianale, costruita interamente a mano con ore e ore di lavoro certosino per ogni singolo elemento, dal drappeggio di una gonna al corpetto rigido di un abito che sembra un’armatura super glam. In gallery tutte le foto per sognare.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply