Il film di Matteo Garrone per Dior è puro sogno

Share Button

Onirico, quasi magico, etereo e fiabesco: sono questi alcuni degli aggettivi che ci vengono in mente scoprendo il nuovo film di Matteo Garrone ideato per raccontare la linea Haute Couture Fall 2020 di Dior.

È Maria Grazia Chiuri ad aver voluto che il regista dirigesse il nuovo spot unendo il proprio talento artistico all’expertise della maison nella creazione di abiti che sono veri e propri sogni diventati concreti, tangibili e indossabili ma senza perdere le caratteristiche del sogno.

Dopo aver trionfato con il nuovo Pinocchio e aver firmato film di successo come Gomorra e Dogman, il regista torna sulle scene costruendo un vero e proprio inno alla meraviglia e alla bellezza, con espliciti riferimenti alla storia dell’arte e al cinema.

Il corto si intitola Le Mythe Dior e prende le mosse da un immaginario decisamente fiabesco e onirico per narrare le suggestioni dietro la nuova linea di alta moda Dior. Sullo sfondo la musica di Paolo Buonvino appositamente composta. Le modelle si trasformano in ninfe, sirene e statue e giocano con gli abiti che sbucano da un magnifico baule/casa delle bambole.

Le citazioni sono coltissime e numerose: da Picnic a Hanging Rock di Peter Weir a Guillermo del Toro passando per Ridley Scott per quanto riguarda il cinema; dai capolavori del Rinascimento ai Preraffaelliti per giungere ai Surrealisti per ciò che concerne la pittura.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply