MMD pe 2021: Dolce e Gabbana

Share Button

La primavera 2021 è ancora lontana da venire ma ce la ricorderemo almeno per un fatto: le sfilate dedicata a questa stagione, tuttora in corso, sono state le prime di una nuova era. Un’era che impedisce di realizzare uno show come lo abbiamo conosciuto fino a ora. Niente pubblico, niente feste, niente assembramenti per usare la terminologia che va per la maggiore (nostro malgrado).

Così inizia anche la Milano Fashion Week, all’insegna di un minimalismo che non si vedeva da anni o forse non è mai stato di casa nel mondo della moda. Dolce e Gabbana subito si affrettano a smentirlo però. Saremo pure diventati minimalisti nell’organizzazione di una sfilata che deve rinunciare a molto, forse a tutto, ma gli abiti… quelli no, quelli mai.

C’è infatti il massimalismo più spinto sulla passerella milanese dei due stilisti che hanno deciso di giocare con mix and match, effetto patchwork ed esagerazioni assortite. Con successo, grande impatto visivo. Provocano il bruciante desiderio di avere ogni singolo pezzo di questa stupefacente collezione.

Ancora una volta la collezione si ispira alla Sicilia e alla storia dell’isola che ha attraversato numerose dominazioni, ciascuna delle quali ha lasciato qualcosa di sé. La Sicilia è un mosaico essa stessa e così tutti i capi in passerella lo diventano a modo loro.

Si accostano non solo stampe diverse – righe, fiori, pois, animalier – ma anche texture contrastanti, dal denim al broccato, dalle sete al cotone. Le silhouettes sono sempre ultra-femminili con linee che richiamano gli anni Settanta e gli anni Novanta creando un altro livello di mix and match, quello tra le epoche.

Foto da Vogue

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply