Vivienne Westwood autunno inverno 2021-22

Share Button

Non che ci stupisca apprenderlo, ma Vivienne Westwood ha voluto chiarirlo esplicitamente: il 90% dei materiali utilizzati per il lookbook che presenta la linea autunno inverno 2021-22 ha un impatto ridotto sull’ambiente.

Spicca tra questi materiali uno speciale denim che diventa solo l’ultima delle invenzioni della maison per ridurre in modo significativo la propria impronta ambientale, una causa per cui la designer si batte da molto tempo trasformando spesso le sue passerelle in manifestazioni politiche.

Questa collezione ripropone alcuni dei design chiave della stilista ma lo fa servendosi di materiali del tutto innovativi, che per l’appunto possono avere un impatto minore, oppure addirittura positivo, sull’ambiente. La moda sostenibile fa così ancora un passo avanti.

Naturalmente l’occhio attraverso cui il messaggio è filtrato è sempre quello non convenzionale e originale di Vivienne Westwood. In questo caso si è ispirata a un dipinto di François Boucher del 1743, parte della Wallace Collection conservata a Londra. Ritrae il mito di Dafni e Cloe.

La stampa dei pastorelli si riproduce e moltiplica su camicie, jeans, t-shirt, body, persino un parka, dividendo la scena con gli immancabili quadretti, le righe, le stampe a spina di pesce. Tutto è ovviamente mixed and matched. Come piace a Vivienne. E pure a noi.

Foto da Vogue

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply