Le Birkin di Hermès fatte di verdura

Share Button

Che una Birkin fosse un accessorio più che esclusivo, tanto da richiedere eterne liste d’attesa, era cosa più che nota. Che potesse essere anche deperibile ci avevi pensato mai? Questa versione lo è senz’altro, non è affatto una borsa che puoi tramandare insomma. È fatta di verdura… !

È l’idea dell’artista Ben Denzer che ha voluto rivisitare la borsa più iconica di Hermès utilizzando solo verdure. Anzi per la precisione tre tipologie specifiche: cavoli, cetrioli e asparagi. Di sicuro una Birkin così non l’avevamo ancora vista.

Declinata in innumerevoli varianti per colori, dimensioni, materiali, finiture, negli anni l’abbiamo osservata farsi di pellami esotici, tessuti inconsueti, decine e decine di opzioni diverse a decorarla e renderla unica. Di verdura no.

Sappiamo tutti com’è nata in origine: c’era Jane Birkin su un aereo che si lamentava del fatto che non esistessa una borsa pratica e bella come la voleva. Fatalità volle che di fianco a lei su quel volo da Parigi a Londra ci fosse il presidente di Hermès che le disegnò la Birkin dedicandogliela.

Certo non si aspettavano, né lui né l’attrice, che molti decenni dopo un artista non convenzionale l’avrebbe rivisitata in chiave… ortofrutticola. No, non sono in vendita, sono opere d’arte effimera destinate al rapido deperimento. Ma il riconoscimento è arrivato lesto perché Hermès ne ha ricondiviso le immagini su Instagram.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply