La capsule collection di Lotta Volkova e Jean Paul Gaultier

Share Button

È una sorpresa scoprire la nuova collaborazione di Jean Paul Gaultier con Lotta Volkova perché le due estetiche non potrebbero essere più distanti. Almeno sulla carta. Da una parte l’esuberanza a volte sopra le righe di JPG, dall’altra l’approccio anni Novanta con derive sovietiche di Lotta Volkova.

La stylist dall’anima super creativa unisce le forze a quelle non meno creative di Jean Paul Gaultier che ultimamente firma spesso speciali co-lab con altri nomi della moda. Pur essendosi ritirato dalle passerelle nel 2020, continua a sfornare sorprese.

Lo stesso anno tornava già sul catwalk ma lo faceva solo con una serie Haute Couture firmata in collaborazione con uno stilista ospite, uno per stagione. Dopo la designer giapponese Chitose Abe per l’autunno 2021 e Glenn Martens di Y/Project per l’estate 2022, è toccato a Olivier Rousteing per l’autunno 2022. E ora si annuncia la capsule collection che lascia tutti di stucco.

Lotta Volkova è da molti anni amica di Demna Gvasalia e ha già collaborato con altri grandi nomi della moda, tra cui Miu Miu. Non è dunque la sua prima volta su un palcoscenico importante. Certo i riflettori puntati su JPG sono forse i più brillanti.

L’idea alla base della capsule collection? Riprendere certi elementi simbolo di JPG e rivisitarli in stile post-soviet. Il risultato è un susseguirsi di top, abiti, body, bikini, collant, bralette e altri capi con stampe trompe l’œil che riproducono il corpo femminile. E certo, c’è anche il bustier con reggiseno a punta.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply