Margot Robbie come una dea contemporanea su Vanity Fair

Share Button

Abiti scultorei, con tagli sartoriali che lasciano visibili squarci di pelle nuda mentre languidamente avvolgono il resto del corpo in silhouette precise e geometriche. È quanto salta agli occhi nel vedere lo shooting che Vanity Fair ha dedicato a Margot Robbie.

È la prima cosa che salta agli occhi, invero, ma non certo l’unica. Si fa notare ovviamente anche la bellezza fragorosa dell’attrice che pur ingabbiata in abiti fascianti e truccata in maniera estremamente semplice e naturale, comunque straborda.

La fotografa Mario Sorrenti, un vero maestro nel mettere in risalto la bellezza interiore oltre che quella esteriore. E a Margot Robbie abbonda. Sapiente e accurato nel sottolinearla anche lo styling di Anastasia Barbieri che cura gli outfit. Il set design invece è di Jean-Michel Bertin.

Collaborano alla messa in scena di tanta perfetta bellezza anche Bryce Scarlett, che firma le acconciature scegliendo per Margot uno sciolto quasi spettinato e super naturale, e Pati Dubroff che cura il makeup.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply