Womanlifestyle

Alessandra’s Lifestyle// Ma come ti tieni in forma?

e questa sono io, non amo farmi foto perciò non ne ho trovate di migliori

 È una domanda che negli ultimi tempi mi sono sentita rivolgere spesso, non perché sia dotata della migliore forma fisica al mondo, ma perché nel corso del 2012 una dieta bilanciata mi ha restituito la linea persa in anni (circa 4 haimè) di stravizi alimentari.

Ritrovare ad avere un certo ritegno a tavola mi ha aiutato tantissimo, non soltanto facendomi sentire gratificata a “bordo” della mia bilancia bianca, ma anche nella vita: l’equilibrio alimentare mi ha regalato migliori capacità intellettive portandomi ad avere più energie, più autostima e, di conseguenza, ottenendo maggiori risultati anche sul lavoro.

Insomma, sì, venivo da un periodaccio, non posso negarlo, perciò mi sono imposta di pensare a me, soltanto a me, impegnandomi nella mia dieta quasi come fosse il mio secondo lavoro ed ora, a distanza di tempo e tanti chili in meno mi sento rinata.

Ora veniamo al dunque. Come mi tengo in forma?

 Con un’alimentazione sana ed equilibrata prima di tutto! SEE MORE…

Alessandra’s Lifestyle// Il mio look del giorno

IMG_1541

Qualche giorno fa mi sono ritrovata ad analizzare i contenuti di Womanlifestyle in modo tale da schedulare i post ed evitare, scrivendo a casaccio e senza seguire un filo logico, di tralasciare argomenti importanti. Mi sono accorta, quindi, che la rubrica Alessandra’s Lifestyle ha risentito e risente della mia scarsa organizzazione perciò ho deciso di porvi rimedio “sistemandola” in una giornata fissa per assicurarmi di non saltare mai questo “personale appuntamento” con tutti voi.

Outfit, foto private e, perché no, video saranno un’occasione in più per permettervi di conoscermi meglio e per iniziare una nuova avventura che già mi entusiasma.

L’appuntamento è fissato, quindi, per il lunedì mattina, ma da brava “pasticciona” quale sono ho voluto inaugurare oggi il restyling della rubrica perché non sto più nella pelle. SEE MORE…

Bag Lifestyle// Boy Chanel: storia di una It Bag

boybag1

Nell’Olimpo delle IT Bag degli ultimi anni ce n’è una che, più di tutte, mi ha conquistata e lo ha fatto così subdolamente da esser diventata un vero e proprio chiodo fisso. Parlo della Boy Bag di Chanel nella versione small. Una borsa che, per la sua forma rettangolare e squadrata, potrebbe ricordare l’iconica 2.55, ma che, in realtà, gode di vita propria e di elementi unici.

Innanzitutto quello che salta all’occhio di questa borsa è che, rispetto alla 2.55, è decisamente meno elegante, meno formale, ma altrettanto sofisticata seppur in un’accezione sportiva e, oserei dire, quasi maschile.

Una borsa, dunque, che raccoglie in sé le caratteristiche tipiche della prima “Chanel”, quella Coco rivoluzionaria e anticonformista degli anni ’10, quella Coco che si fece largo nel mondo della couture “non per creare quello che mi piaceva, ma proprio, dapprima e anzitutto, per far passare di moda quello che non mi piaceva”(Cit.). SEE MORE…

Shoes Lifestyle// Follemente innamorata delle sneakers in iuta di Superga

Superga

Puntuale come un orologio svizzero, anche quest’anno l’arrivo della primavera è coinciso, almeno per me, con la voglia di scarpe in tela colorata.

Quest’anno, poi, ho pure una mezza scusa ufficiale per farne incetta così che le mie manie da shoeaholic potranno passare inosservate agli occhi di chi non capisce la mia necessità di avere sempre la scarpiera piena “perché non-si-sa-mai”.

La scusa è un week end fuori porta durante il quale “comodità” sarà la parola d’ordine, nonché sottile linea di confine tra un fine settimana piacevole e due giorni di puro inferno per i miei piedi.

Così crucciandomi su come occultare i miei prossimi peccati “scarpiferi”, sperando vivamente che mamma e fidanzato non leggano il mio blog, mi sono lasciata sedurre dalle sneakers di Superga realizzate in tela di iuta, materiale di gran tendenza durante i mesi caldi del 2013, sdoganato da Dolce e Gabbana durante la sfilata della primavera/ estate 2013 e ripreso, poi, da tantissimi altri brand come H&M e Lollipop Paris (ma di questo, poi, vi parlerò in maniera più approfondita nei prossimi giorni).

 

 

Trend Alert// Per la p/e 2013 la borsa si fa “mini”

SmallBeautifoul

Iniziare questo post scrivendo che “Si sa, la moda è ciclica” potrebbe sembrare ridondante e scontato, ma tant’è e non sarò di certo io a porre fine a certi clichè del fashion sistem, perciò vogliate scusarmi se il mio incipit non brillerà per originalità.

Si sa, la moda è ciclica e corre veloce, perciò quello che era di moda ieri oggi è già preistoria. Non deve stupire quindi se, dopo anni di maxi bag proposte e reinventate in ogni tipo e foggia possibile, il 2013 giunge a sancire un grande ritorno celebrato ed osannato dalle più prestigiose case di moda: quello dalla mini bag.

Un argomento del quale vi avevo già dato un assaggio qualche mese fa e del quale mi preme riprendere il filo del discorso perché le collezioni primavera/ estate ci offrono una così vasta e prominente scelta da non poter guardare oltre.

Un ritorno in auge, dunque, accolto dalla maggioranza dei designer capaci di aver rielaborato in chiave “small” le più grandi It Bag degli ultimi anni. Il risultato stuzzica il palato di ogni donna facendo chiudere un occhi, anzi due, sulla scarsa praticità delle dimensioni ridotte, praticità ripagata ampiamente da piccole meraviglie che, come cupcake dalle vetrine di una pasticceria, fanno capolino- o ambiscono a farlo- sulle mensole dei nostri guardaroba.

A lanciarsi nella “mischia” Louis Vuitton che, assumendo quale cavallo di battaglia lo slogan “Small is Beautiful”, ha dedicato un’intera collezione alle borse mini.

Non mancano all’appello, poi, Mulberry con la sua Mini Willow, ma anche Proenza Schouler che ha realizzato una Ps11 dalle dimensioni ridotte.

Le mie preferite, però, restano senza dubbio la Mini Hamilton di Michael by Michael Kros e la Madras di MiuMiu.

I più letti del mese

I più commentati