Le tendenze e le novità a Pitti Uomo 2009

Share Button

Pitti Uomo 2009

La crisi si fa sentire anche nella moda e lo abbiamo avvertito in molte forme (sfilate cancellate, licenziamenti, chiusure di molti store e riviste sempre più magre) ma si vede anche sulle passerelle, nelle scelte stilistiche di designer che affrontano lo stress da crisi imponendo un mood ispirato al relax: se non c’è dentro che almeno si veda fuori, sembra essere l’imperativo.

Concetto più che mai evidente a Pitti Uomo 2009, dove gli stilisti hanno proposto uno stile rilassato ispirato all’abbigliamento da yoga e da montagna, comunque legato al tempo libero, con capi morbidi e materiali naturali o avveniristici come il waxed cotton (puro cotone ma waterproof) di Metrico per i pantaloni da scooter o i jeans in cotone biologico giapponese di Seal Kay.

Brunello Cucinelli Fratelli Rossetti e Metrico

Di contro c’è chi propone il lusso più sfrenato, seppure sempre elegantemente understated, per contrastare la crisi e rifiutarla – almeno stilisticamente. È il caso di Boglioli e Cucinelli, che veste anche i più giovani con completi dal taglio impeccabile portati su t-shirt di cashmere con piglio da dandy contemporanei. O dei Fratelli Rossetti che creano scarpe dalle cuciture “tatuate”.

Per chi ha bisogno di distensione dopo una giornata stressante in ufficio, il kit da yoga in cashmere che comprende tuta in morbidissimo tessuto e tappetino coordinato. Chi opta per lo sport senza rinunciare all’eleganza sceglierà il Borsalino rivisitato in colori inediti (persino in versione waterproof e tessuto tecnico, pieghevole, da riporre nella tasca della giacca) e realizzato in collaborazione con Lapo Elkann e il marchio Italian Independent.

Borsalino

Ispirate a Lapo anche i mocassini-pantofole in velluto blu notte di Arfango: non un paio, ma un tris, ciascuna scarpa con una parola da comporre secondo l’umore del momento. Due le versioni: Love Me/You e Good/Bad Day. Il designer scherza: “in tempi di crisi il 3×2 fa gola”.

Lapo shoes by Arfango

Ma la coccola più lussuosa è quella di Harmont&Blaine, che propone il pullover profumato alla lavanda: la fragranza si sprigiona indossando il capo grazie alla rottura di molecole termosensibili contenute nella tinta del filato.

Harmont and Blaine

Foto da Sfilate.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply