Con Rowenta stirare sarà un po’ meno terribile

Share Button

rowenta1

In questi giorni ho avuto la fortuna di poter provare uno dei nuovi prodotti della Rowenta, la DG8975, una caldaia semi-professionale da ben 6 bar di pressione che mi ha lasciato davvero stupefatta nonostante il mio scetticismo iniziale… e il mio odio per l’arte dello stirare!

Devo ammettere che questo ferro da stiro mi ha colpito ancora prima di attaccarlo alla presa della corrente grazie al suo design e ai suoi colori accattivanti, che insieme creano un look davvero moderno e – a voler essere esagerati – quasi “futuristico”.

rowenta2

Non avrei mai pensato di dire una cosa del genere prima d’ora, ma il bello è arrivato con il vero e proprio utilizzo della caldaia. Dopo qualche ora di utilizzo non ci sono dubbi su quelli che per me sono i punti di forza di questo prodotto:

– il tempo necessario per l’entrata in temperatura del ferro, inferiore ai 2 minuti
– un serbatoio capiente ed estraibile, nonché trasparente, utile per tenere sempre controllato il livello dell’acqua mentre si stira;
– un’impugnatura maneggevole che aiuta nella stiratura, allo stesso modo in cui la base inclinata rende più agevole il continuo appoggiare e riprendere in mano il ferro;
– una piastra molto scorrevole, che ho potuto provare su diversi tipi di tessuto;
– la punta ad alta precisione, una sorta di piccolo becco frontale che si è rivelato essere una vera e propria “mano santa” per riuscire a stirare alla perfezione tutti quei punti che solitamente creano problemi (tasche, colletti, parti piccole, ecc.)

Personalmente ho utilizzato la caldaia sempre in modalità ECO e non ho avuto problemi nella stiratura. Considerando che non ho avuto problemi a stirare tutto in modalità ECOnomica posso solo immaginare quanto sia potente il “Supervapore” da 260g/min pubblicizzato dal sito della casa madre!

Post sponsorizzato / Sponsored Post

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply