Le Madonne profane di Christopher Kane

Share Button

Christopher Kane, Jean Campbell e Alasdair McLellan sono i nomi al centro dell’ultima campagna pubblicitaria del marchio di moda britannico che punta sempre su una bellezza poco convenzionale e originale.

Se qualche anno fa Kane fu considerato l’enfant prodige della moda internazionale, oggi può dirsi uno stilista affermato che ha maturato il proprio stile. Lo ritroviamo proprio così in questi scatti, che non rinunciano però al tocco provocatorio.

La modella è ritratta come una moderna Madonna profana e spesso è esplicitamente affiancata ad un’immagine votiva. Immobile e riccamente abbigliata, sfoggia i capi della nuova linea di Christopher Kane dedicata alla primavera estate 2017.

I pezzi sono assemblati riprendendo la tecnica Make Do and Mend che lo stilista ha recuperato dal passato, più precisamente dal periodo della seconda guerra mondiale, quando si riadattavano abiti vecchi cercando di rinnovarli e attingendo alla propria creatività. Una creatività che certo non manca al designer, né gli mancano materiali moderni e pregiati con cui simulare il riadattamento dei capi, che ovviamente sono lussuosissimi.

“Quel sentimento alla base del “Make Do and Mend” collegato all’ingegnosità degli anni Quaranta e allo spostamento dalla città alla campagna, porta in sé anche un elemento soprannaturale e antico, dal sofisticato allo spirituale. Questo ci ricorda dove siamo cresciuti, nei pressi di Carfin Grotto, santuario Cattolico Romano e versione scozzese di Lourdes.”

Così lo stilista racconta la scelta di questo particolare procedimento creativo e collega l’ispirazione anche alle origini cattoliche che si ritrovano a piene mani nelle foto della campagna pubblicitaria.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply