L’anello di diamanti fatto di… diamante

Share Button

Quando si parla di un anello di diamanti si pensa inevitabilmente al prezioso solitario o alla veretta di fidanzamento. Ma in questo caso l’anello di diamanti è da intendersi in senso proprio letterale perché è ricavato interamente da… un diamante. Senza montatura.

Si tratta di un diamante sintetico, intendiamoci, ma non meno prezioso. E decisamente originale. Lo ha immaginato Jony Ive, designer di casa Apple che ha traslato lo stesso stile minimal e contemporaneo dei prodotti hi-tech ad un ambito molto diverso.

L’anello scintilla mirabilmente, non ha infatti alcuna montatura di metallo, è ricavato integralmente da una pietra tagliata ad hoc per creare il prezioso monile dallo stile ultra-moderno. È stato progettato per un’occasione benefica, un’asta del 5 Dicembre da Sotheby’s. Il valore stimato è intorno ai 200.000 dollari.

Jony Ive lo ha firmato insieme al designer Mark Newson per raccogliere fondi per la ricerca per (RED), un’organismo che conduce una lotta contro AIDS, malari a e tubercolosi. Il diamante da cui viene ricavato l’anello è di Diamond Foundry. Sì, perché viene realizzato su misura dell’acquirente essendo difficile da regolare una volta tagliato.

Unico limite: la taglia può essere massimo 9-10 dunque bisogna avere il dito sottile. Come se si trattasse del piedino di Cenerentola che deve calzare la scarpetta di cristallo. In questo caso si tratta di mani e anelli.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply