Dior va in Giappone

Share Button

Dior sta preparando una chicca per tutti gli appassionati della maison, ma anche di Giappone: la casa di moda alla cui guida è da poco arrivata Maria Grazia Chiuri ha messo in calendario una serie di eventi speciali che avranno luogo a Tokyo.

Proprio lì si è scelto di presentare un’anteprima della linea Haute Couture Spring 2017 disegnata dalla Chiuri pensando a look dedicati appositamente all’occasione. Nello stesso tempo sarà inaugurata una nuova boutique nel quartiere chic di Ginza e sarà presentata in anteprima la nuova linea Dior Homme Fall 2017 disegnata da Kris Van Assche.

La tradizione francese che incontra il futuro giapponese, verrebbe da dire, ma in verità la maison ha legami con l’Estremo Oriene da molto tempo. Già per Christian Dior il Giappone aveva un grande valore simbolico, nelle sue memorie l’indimenticabile sarto raccontava di grandi stampe giapponesi che decoravano la sua casa d’infanzia in Normandia.

I ricami, le sete stampate, le creature dell’immaginario orientale continuarono ad affascinarlo a lungo ed entrarono direttamente nella linea estiva di alta moda del 1953 di cui si ricorda soprattutto l’abito intitolato Jardin Japonais.

Pochi anni dopo, era il 1957, il designer compì un viaggio in Giappone e in seguito ricevette la famiglia imperiale nel suo atelier parigino dove avrebbe disegnato i tre abiti da sposa civili per la principessa Michiko, oggi imperatrice del Giappone.

Il tempo è passato ma quel legame è rimasto forte e se nel 1998 Dior ha inaugurato la prima boutique giapponese proprio a Tokyo, è adesso pronta ad aprire addirittura la quarta.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply