PFW ai 2016-17: Isabel Marant

Share Button

pfw-ai-2016-17-isabel-marant

Isabel Marant interpreta il malessere francese dopo i terribili attacchi terroristici subiti alcuni mesi fa e porta in passerella una linea autunno inverno 2016-17 che è un tuffo nel passato, ad un’epoca più felice, se non altro perché vive nelle nostre memorie filtrate attraverso i decenni.

La stilista ha ammesso di aver voluto compiere questo viaggio nel passato attingendo alla sua adolescenza quando, quindicenne, frequentava i club ispirati alla moda punk del momento come Le Palace e Les Bains Douches. E ha concluso: “Con tutta le cose tristi accadute a Parigi, ho sentito che era il momento giusto per divertirsi.”

Gli anni Ottanta sono dunque al centro di questa linea che sfrutta a piene mani stampa check, proporzioni oversize per cappotti in tweed e principe di Galles, grandi cinture, borchie e spille di balia come elementi decorativi ricorrenti, colletti in stile vittoriano e catene.

Spira in passerella tutta l’energia ribelle di un decennio in cui molte ragazze francesi in visita a Londra rendevano omaggio al celebre negozio di Malcom McLaren che fu il centro e il cuore pulsante della rivoluzione della moda punk poi irradiata in tutto il mondo.

Il malessere di cui l’epoca punk si fece portavoce è in fondo anche quello che vivono le nuove generazioni, in cerca di un nuovo strumento per comunicare il proprio disagio e ribellarsi al sistema che non funziona.

Foto da Style.com

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply