Giorgio Armani dice basta alle pellicce

Share Button

armani-basta-pellicce

Anche Giorgio Armani dice basta alle pellicce e si allinea alle scelte sostenibili ed ecologiste che stanno interessando il mondo della moda, in un’onda lenta ma inesorabile. Molti altri stilisti percorrono questa via, alcuni da sempre, qualcun altro solo di recente.

Tra i nomi che hanno optato per soluzioni eco-sostenibili si segnalano Stella McCartney, Hugo Boss, Tommy Hilfiger e Calvin Klein. Nel caso di Stella McCartney le scelte sostenibili ed eco-friendly sono anche più radicali, con la rinuncia assoluta a materiali di provenienza animale. Molte catene del low cost hanno adottato politiche simili e tra di esse ci sono American Apparel, Bershka, Zara, HM e Asos.

A partire dalla linea autunno inverno 2016-17 anche tutte le collezioni del Re Giorgio saranno prive di pellicce. La scelta etica deriva da un accordo con la Fur Free Alliance che lo stilista ha commentato con queste parole:

“Il progresso tecnologico raggiunto in questi anni ci permette di avere a disposizione valide alternative che rendono inutile il ricorso a pratiche crudeli nei confronti degli animali. Proseguendo il processo virtuoso intrapreso da tempo, la mia azienda compie quindi oggi un passo importante a testimonianza della particolare attenzione verso le delicate problematiche relative alla salvaguardia e al rispetto dell’ambiente e del mondo animale.”

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply