MMD pe 2021: Valentino

Share Button

Pierpaolo Piccioli ha deciso di compiere un atto di coraggio e di fede scegliendo a sorpresa di ambientare la sfilata di Valentino negli spazi industriali delle Fonderie Macchi, fonderia attiva a Milano dal 1936. Così il designer ha voluto sottolineare quanto sia impossibile, e creativamente poco produttivo, restare ancorati a schemi che ormai si considerano superati.

Perciò anziché sfilare come previsto negli spazi sontuosi del Salomon de Rothschild parigino la maison ha scelto di tornare in Italia e di farlo in uno spazio più crudo. Non si è però lasciato indietro l’approccio decisamente sartoriale della maison, ché certe tradizioni non si possono certo eradicare.

I capi in passerella rispettano dunque il dna della maison anche se lo stilista ha sottolineato di aver voluto lavorare più sui codici identitari che sull’estetica. In ogni caso ogni proposta risulta visionaria, romantica quanto basta, sofisticata sempre.

È un romanticismo moderno e radicale, nella definizione dello stesso Piccioli, quello che scopriamo su questa passerella. Inneggia all’individualità, alla libertà di esprimere se stessi, la propria identità e diversità.

Foto da Vogue

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply