La primavera 2021 di Prada è piena di domande

Share Button

Se la vita contemporanea è radicalmente influenzata dalla tecnologia, che condiziona ogni nostra prospettiva, allora la moda lo racconterà visto che della vita si fa interprete. È quanto mai vero nel caso di Prada che lancia la linea primavera estate 2021 con una nuova ad campaign.

È della prima collezione che Miuccia Prada ha realizzato insieme a Raf Simons che stiamo parlando. Una collezione che esplora la realtà contemporanea fatta da una commistione perennemente variabile di elementi che danno forma ai nostri giorni.

Ovviamente tutto è mediato dall’occhio creativo della moda che dà subito una lettura dinamica e originale di ogni concetto, che troviamo echeggiare su ogni scatto in forma di domande aperte a cui si suggerisce di trovar risposta proprio da Prada.

Domande come “dovremmo rallentare o accelerare?” oppure “può esserci qualcosa di davvero nuovo?” Ci viene da dire che la risposta può essere valida sia in un senso che nell’altro, e dipenderà dall’attitudine di ciascuno. Prada qualche risposta l’ha immaginata. A modo suo. A cominciare dal fatto che le foto sono scattate da… nessuno.

Al posto di un fotografo ci sono centinaia di fotocamere che circondano le modelle a 360 gradi e catturano simultaneamente diverse prospettive. È questa molteplicità di prospettiva a determinare il punto di vista sul mondo e dunque fornire la risposta che stavano cercando.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply