PFW ai 2019-20: Louis Vuitton

Share Button

Tutta la proposta autunno inverno 2019-20 di Louis Vuitton disegnata da Nicolas Ghesquière gioca con la ormai sottile linea di separazione che divide il digitale dal reale. La nuova collezione si chiama non a caso “geolocated” e la specifica location che lo stilista aveva in mente era il Beaubourg e il Centre Pompidou nel cuore di Parigi.

La libertà espressiva, la creatività, i colori, il mix di sottoculture urbane sono al centro di questa collezione che mette insieme un’anima globale, una tensione verso la tecnologia e un radicamento reale nelle strade delle città. Quasi a cancellare quel confine, pur tenendolo sempre presente come parte ormai costitutiva delle nostre vite quotidiane.

Il setting che fa da sfondo alla sfilata è un melting pot di colori e lo stesso mix si ritrova su ciascun outfit che gioca con texture e stampe, applicazioni metalliche di gusto punk, enormi ruches, dettagli di pelle e colore, colore, colore.

I modelli spesso rimandano a uno spirito decisamente borghese e classico ma sono i dettagli a fare tutta la differenza sposandosi a colori inattesi, spesso primari, e a decorazioni che non di rado sono volutamente sopra le righe.

Foto da Vogue

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply