PFW ai 2019-20: Vivienne Westwood

Share Button

Sulla passerella parigina di Vivienne Westwood sembra ormai diventata un’abitudine: sfilano non semplici modelle ma manifestanti che hanno qualcosa di dire. Specialmente su sostenibilità, cambiamento climatico, ecologia. Temi tanto cari a Dame Viv. E oggi ancora più attuali.

Non si può dire che sia la Westwood a cavalcare l’onda visto che porta avanti il suo discorso sul tema da moltissimi anni. Certo è che i riflettori si sono fatti più luminosi, di recente, e questa passerella ha attirato più attenzioni.

Non mancano i grandi classici di Vivienne – gli abiti destrutturati, il mix and match, il tocco punk – ma neanche quel che più l’ha interessata ultimamente, cioè veicolare un messaggio potente tramite il linguaggio della moda.

Ed è un linguaggio che punta spesso proprio sulle parole riportando slogan decisi su abiti e t-shirt, ma anche su capi che paiono cartelli pronti per una manifestazione di protesta. In fondo tutta la passerella lo sembrava. Anzi, lo era.

Foto da Vogue

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply