New York mette al bando le pellicce?

Share Button

New York è stata negli anni teatro delle più agguerrite proteste contro le pellicce in occasione di sfilate di moda ma anche di eventi mondani sotto i più scintillanti riflettori e ora la città annuncia una novità sorprendente: potrebbe entrare in vigore il divieto di vendita di pellicce.

Mentre molte maison da alcune stagioni annunciano di rinunciare alle pellicce, anche lo stato di New York fa un passo avanti in favore di una battaglia che gli ecologisti e gli animalisti conducono da anni con risultati mai troppo soddisfacenti.

I detrattori della notizia sostengono che si perderanno più di 1000 posti di lavoro, i sostenitori ribattono che la barbarie deve iniziare ad avere fine e ogni passo è un passo avanti verso la vittoria della lunghissima lotta. A sponsorizzare la proposta ci sono i democratici che spiegano che la “crudeltà non può essere confusa con lo sviluppo economico.”

Al netto di posizioni politiche e opportunità economiche, resta il fatto che una moda più sostenibile e eco-friendly non può prescindere anche dall’aspetto animal-friendly. Se fino a qualche anno fa erano pochissime le case di moda che rinunciavano alle pellicce o addirttura alla pelle (vedi Stella McCartney), oggi le cose stanno pian piano cambiando. Già San Francisco, sempre pioniera, ha imposto il divieto. A breve la seguirà Los Angeles. New York sarà la prossima?

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply