MMD pe 2020: Missoni

Share Button

È ai Bagni Misteriosi, una enorme piscina pubblica nei pressi di Porta Romana a Milano, che Missoni ambienta la sua sfilata primavera estate 2020. Mille ospiti adagiati su cuscini di maglia Missoni hanno assistito allo show dagli spalti ad anfiteatro che circondano la struttura. Un effetto monumentale era proprio quello che si voleva ottenere.

L’ispirazione? Angela Missoni l’ha spiegata nel backstage. È partita immaginando una coppia, uomo e donna, che si scambiano i vestiti. Una coppia che, attingendo ai suoi ricordi da teenager, ha identificato con Serge Gainsbourg e Jane Birkin. Non proprio due a caso insomma.

Il risultato è rilassato, divertente, talvolta con un tocco dandy oppure boho ma senza mai tradire l’ispirazione di base: ambedue i membri della coppia indossano indifferentemente tutti i pezzi della linea. Eppure no, non è esattamente una collezione unisex. Vuole giocare con i codici di stile ma è una linea dal carattere preciso.

Abbondano l’immancabile zigzag e le righe ma anche pois, crochet, ombré e decorazioni patchwork. E talvolta si trovano tutti insieme sullo stesso outfit. Altro che minimalismo, signori. Qui non si tratta affatto di rubare la camicia bianca all’armadio di lui. Semmai è lui che ruba le camicie stampate di lei.

Foto da Vogue

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply