I gioielli architettonici di Zimarty

Share Button

Lo studio losangelino di Zimarty ci sorprese durante il primo picco della pandemia lanciando una mascherina ispirata ai principi dell’origami e facendoci pensare a quello che presto avremmo compreso: dovendo accettare l’uso della mascherina nella nostra quotidianità, tanto valeva sceglierla bella.

Oggi lo stesso marchio torna sulle scene, ma stavolta con una linea di gioielli davvero sorprendente. Non solo hanno un incredibile piglio architettonico, ma solo realizzati tutti a stampa 3D. Sono quattro in tutto a comporre una mini collezione, che volendo si usa anche come parure completa, composta da collana, orecchini, bracciale e anello.

Si chiama Loop e gioca con la forma tridimensionale e la tecnica di stampa 3D per creare strutture ispirate alla curva di Hilbert scoperta dal matematico tedesco David Hilbert nel 1891 e prestata all’arte attraverso l’uso che ne hanno fatto i creatori di questa incredibile collezione.

Dopo aver studiato il concetto della curva di Hilbert, Zimarty ha trasformato un pattern bidimensionale in una più complessa struttura tridimensionale che richiamasse costruzioni architettoniche ma fosse destinata ad adornare il corpo. Ogni pezzo è stampato in ottone placcato al rodio con superficie lucida nera.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply